|

NUMERO DICEMBRE CARTACEO 2016

Data pubblicazione: 21-12-2016
 
PRIMA PAGINA

IL REGALO PIU' GRANDE

di Anna Maria Ghedina

UN ANNO CHE si chiude ed un altro che preme alle porte. Ed ogni volta non vediamo l’ora che scocchi la mezzanotte per gettare l’anno appena finito dietro le spalle auspicando che quello che entra sia migliore del precedente. E com’è stato il 2016 anno bisesto? Certamente difficile, problematico, ma perché è la vita che è così. Un anno che molti hanno salutato passando oltre, ed un pensiero va al nostro carissimo direttore Mimì De Simone che il 15 luglio ci ha salutato, ma ha lasciato in ognuno di noi un grande insegnamento: ottimismo e generosità doti uniche e preziose da mettere in pratica sempre. E non solo lui, l’elenco sarebbe lungo di personaggi che hanno intrapreso il grande viaggio, ricordo solo Marta Marzotto con la quale abbiamo condiviso una frequentazione legata ad un evento che promuovevamo insieme, per lo stesso motivo, la generosità era una donna sincera e generosa. Ma andiamo avanti. La politica…deludente…non si vede all’orizzonte gente responsabile, penso al bel film “Il giorno della civetta” tratto da un libro di Leonardo Sciascia ed alla classificazione che fa il personaggio di Don Mariano Arena (Lee J.Cobb) Uomini mezz’uomini, ominicchi, piglianc.. e Quaquaraquà, oppure al deluso Diogene che con la lampada cercava l’uomo… Che spunti all’orizzonte nel 2017? Auguriamocelo dice un nostro amico perché speriamo non porta bene. E parliamo di Napoli che sta man mano risorgendo dalle ceneri, molte iniziative, molti turisti che possono toccar con mano quanto è bella ed ospitale (certo ci vuole ancora molto lavoro per farne una città a misura d’uomo: l’importante però è darsi da fare, è ciò è compito primario di chi gestisce Sindaco in primis, e poi dei napoletani perché sono loro che la abitano e possono renderla sia bellissima che una vera schifezza). Bilanci dunque e propositi che ognuno di noi fa anche se non necessariamente a fine d’anno, quello che conta è la vita che comunque vada è bello viverla, anzi godersela nel rispetto degli altri, e affacciamoci al 2017 con entusiasmo e voglia di fare sorridendoci allo specchio perché nulla è impossibile se lo vogliamo davvero. E chiudo con questi versi di Tiziano Ferro dal suo brano “Il regalo più grande”: Voglio farti un regalo. Qualcosa di dolce, qualcosa di raro, eh. Non un comune regalo”. Facciamoci un regalo.

https://www.facebook.com/champs.elysees1/?fref=ts

SFOGLIA LE PAGINE DE LO STRILLO

O SCARICATI IL PDF

********

ADERITE ALLA NOSTRA INIZIATIVA
PER  INTESTARE  A TOTO' PIAZZA PRINCIPE UMBERTO

********

      Presentazione del film "Un Natale al Sud"

Con Massimo Boldi, Biagio Izzo e Anna Tatangelo


 

Interviste di Antonio D'Addio e Annamaria Ghedina alle "Giornate Professionali del Cinema" di Sorrento


 

Allegati: