|

Ultima tappa il viaggio attraverso l'universo Beethoveniano

Data pubblicazione: 25-01-2021
 
Ilya Grincolts

Sabato 30 gennaio 2021 alle ore 18 in première, con 3  repliche in diversi orari ( Sabato 30 gennaio alle ore 21 e Domenica 31 gennaio alle ore 16 e alle ore 21) sulla piattaforma www.iltetroinrete.it    giunge all’ultima tappa il viaggio attraverso l’universo beethoveniano delle Sonate per violino e pianoforte nella interpretazione del violinista  Ilya Gringolts e del pianista Peter Laul. Nel  programma del concerto in streaming si potranno ascoltare le Sonate in re maggiore op. 12 n.1, in la minore op. 23( di raro ascolto) e in sol maggiore op. 30n.3. Anche questo appuntamento verrà introdotto da una guida all’ascolto di Stefano Valanzuolo. Giunta con la conclusione di questa integrale ad un ideale  giro di boa della sua prima stagione in streaming, la nostra Associazione desidera fare un punto della situazione su questo argomento di grande attualità. Ecco una dichiarazione del Direttore Artistico della Associazione Alessandro Scarlatti, M° Tommaso Rossi. “L’Associazione Alessandro Scarlatti ha aderito all’appello del presidente di AGIS Carlo Fontana e di AIAM, associazione italiana attività musicali, per chiedere al Governo di immaginare una strategia alla riapertura di teatri e sale da concerto. Speriamo che questa strategia arrivi al più presto anche perché i luoghi di spettacolo sono sicuri, e tutti gli operatori hanno dimostrato di essere in grado di applicare con scrupolo le norme di sicurezza.  A fronte di questo però proseguiamo con l’attività in streaming, su cui abbiamo investito notevoli riflessioni e anche notevoli risorse. Un po' spiace riflettere sul fatto che, ad oggi, sembrerebbe che il MIBAC non riconosca queste attività se non parzialmente;  eppure in questo ultimo anno lo streaming, fatta eccezione per la pausa estiva, è stato l’unico strumento per mantenere un contatto con il pubblico, per tutelare il lavoro di artisti e tecnici, oltre a essere un investimento tecnologico e artistico di grande valore innovativo, perché necessita di una elaborazione progettuale e di una capacità realizzava, che ha un notevole impatto a livello economico. Certamente lo streaming va fatto con qualità, con la cura per le immagini e per la regia ma anche con una forte attenzione alla resa sonora. Per questo c’è bisogno di risorse.  La speranza quindi è che, se non il MIBAC, lo Stato, magari attraverso il Recovery Fund, cominci a immaginare strategie per la digitalizzazione e la innovazione del mondo dello spettacolo dal vivo. Basterebbe citare la famosa piattaforma digitale dei Berliner Philarmoniker, che esiste dal 2008, per capire quanto concerto live e innovazione tecnologica possano coesistere. Tra l’altro l’utilizzo della ripresa audio-video e in generale l’investimento tecnologico può essere un importante strumento per raggiungere nuovo pubblico e costruire prodotti di divulgazione culturale, una strada che l’Associazione Scarlatti ha perseguito già a partire dalla mostra multimediale sui 100 anni dell’Associazione.”
Scarlatti Live Streaming è la stagione in streaming della Associazione Alessandro Scarlatti, che propone 7 concerti  registrati live e trasmessi in differita attraverso la piattaforma www.ilteatroinrete.it, arricchiti da una breve guida all’ascolto per ciascun concerto, con sottotitoli in inglese con l’intenzione di raggiungere anche un pubblico internazionale. Gli appuntamenti  hanno cadenza settimanale, in orario pomeridiano di giorni festivi e ogni concerto avrà un biglietto del costo di 3 €.
Prossimo appuntamento sabato 6 febbraio e domenica 7 febbraio 2021 con il recital del pianista Federico Colli.
Per informazioni: www.associazionescarlatti.it; info@associazionescarlatti.it